AGORAFOBIA

 

 

 

 

L’Agorafobia è caratterizzata da paura o ansietà riguardo al trovarsi in situazioni o luoghi da cui non si può scappare facilmente o in cui si potrebbe non ricevere aiuto se si sviluppa ansia intensa. Queste situazioni o luoghi vengono spesso evitati o affrontati con grosso disagio. Situazioni che po ssono causare un attacco di agorafobia sono: stare in coda in una banca o alla cassa di un supermercato, stare seduti al centro di una lunga fila di poltrone in un teatro o in un’aula e usare i mezzi di trasporto pubblici, come un autobus o un aereo. Bisogna altresì ricordare che vi sono soggetti  che  sviluppano agorafobia dopo aver manifestato un attacco di panico in una di queste situazioni. Altri individui  possono avvertire disagio in questi contesti e potrebbero non sviluppare mai attacchi di panico o manifestarli solo in una momento successivo. L’agorafobia spesso condiziona la vita quotidiana, talvolta in modo così drastico da confinare le persone dentro casa.

 

Tra le possibili cause che sono alla base dell’insorgenze dell’Agorafobia vi sono;

 

I fattori psicologici

  • Aver vissuto un’esperienza infantile traumatica, come la morte di un parente
  • Lutto o  perdita del lavoro
  • Avere nella propria storia clinica precedente una malattia mentale, come depressione, anoressia o bulimia
  • Avere precedentemente fatto abuso di droga e di alcol
  • Avere una vita di coppia infelice o avere una relazione in cui il partner è in modo eccessivo predominante
  • Paura di essere abbandonati che però è stata rimossa e di cui quindi il soggetto non è consapevole.

I fattori genetici

studi di genetica hanno dimostrato che un predisposizione genetica fa aumentare il rischio di sviluppare un disturbo legato al panico, come l’agorafobia. Una mutazione genetica si verifica quando le normali istruzioni di certi geni si mischiano. Una quantità di mutazioni genetiche specifiche è stata collegata ai disturbi da panico, come una mutazione in un tipo di cellula chiamata linfoblasto. I disturbi legati al panico sono ereditari. Tuttavia, il modo in cui queste mutazioni genetiche contribuiscono a creare i disturbi da panico è incerto e si necessita di ulteriori studi per investigare la relazione tra i geni e i disturbi dovuti all’ansia.

I sintomi  tipici  del  disturbo di “Agorafobia” sono ;

 

  • Grave senso di angoscia
  • Veri e propri attacchi di panico

 

L ‘Agorafobia è in grado di provocare anche reazioni fisiologiche, quali:

 

  • Battiti accelerati
  • Brividi e pelle d’oca
  • Sudore freddo/Vampate di calore
  • Formicolio/Prurito
  • Nausea e/o Vomito
  • Senso di Svenimento Vertigini
  • Mal di testa
  • Confusione e sensazione di “testa vuota”
  • Difficoltà a respirare (respirazione affannosa, sensazione di soffocamento)
  • Disturbi visivi, come affaticamento degli occhi, distorsioni o illusioni ottiche
  • Fischi alle orecchie
  • Pianto
  • Intorpidimento
  • Urgenza minzionale

Una persona che soffre di Agorafobia può avere paura di situazioni specifiche, come:

 

  • Trovarsi in uno spazio aperto e ampio (supermercato, parcheggio o ponte);
  • Uscire di casa, se non accompagnati;
  • Aspettare in coda oppure essere tra la folla;
  • Viaggiare sui mezzi pubblici (ad esempio: treni, autobus o aerei);
  • Visitare un centro commerciale;
  • Frequentare luoghi pubblici molto affollati (es. ristoranti, mercati, concerti, cinema e centri commerciali).

Esistono casi, poi, in cui il malessere avvertito è correlato alla paura di situazioni generali, come criminalità, incidenti e malattie.

 

 

Diagnosi di Agorafobia ;  secondo il DSM-5 ( Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition ) si può diagnosticare tale disturbo se vengono soddisfatti i seguenti criteri;

 

A  Ansia relativa al trovarsi in luoghi o situazioni dai quali sarebbe difficile allontanarsi o nei quali non sarebbe possibile aiuto nel caso di un attacco di panico inaspettato o sensibile alla situazione o di sintomi tipo panico. I timori agorafobici riguardano tipicamente situazioni caratteristiche che includono essere fuori casa da soli; essere in mezzo alla folla o in coda essere su un punto o viaggiare in autobus, treno o automobile

 

B  Le situazioni vengono evitate o sopportate con molto disagio o con l’ansia di avere un attacco di panico o sintomi tipo panico o viene richiesta la presenza di un compagno

 

C  L’ansia o l’evitamento fobico non sono meglio giustificabili da un disturbo mentale di altro tipo

Contattaci

Per info o per appuntamento, scrivici!

Indirizzo

Ricevo a Formia

Contattami

Per info o per appuntamento, scrivici!

Email

arianna.recco@hotmail.com

Indirizzo

Riceve a Formia

Apri chat
Ciao, se hai bisogno di informazioni, non esitare a contattarmi!